L’Errante al vero

Cop_ErrantePoco incline all’aneddoto accattivante quanto alla compunta riflessione esistenziale, il libro di Ermanno Casasco scorre nel suo inevitabile caleidoscopio di persone, paesaggi, giardini, talvolta nelle sintesi di uno sguardo che sembra rapido ma che non è mai distratto. Un viaggio nel viaggiare, diviso in tre sezioni e condotto dall’“io” dentro un presente infinito in cui di continuo si scopre, si prova, si progetta e si lavora, dove tutto è sempre nuovo e dove non c’è tempo per lasciarsi commuovere. Almeno per iscritto. Perché l’errante sa fermarsi, esattamente quando serve, all’improvviso, sottolineando i punti di svolta, gli insegnamenti appresi e quelli impartiti, le sfide a se stesso rilanciate a oltranza con la scusa di un mestiere adoperato per spostare sempre più in là le proprie frontiere. Anche qui, come in altre celebri autobiografie “al verde”, insieme alle piante e al giardino si vede il mondo. E lo si vede al vero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...