21: Le quattro libertà di un giardino, di Beatrice Testini e Francesco Fonte Basso

Dire quattro per alludere a un numero indefinito, pari forse alle possibili mosse di una partita a Go: 2,08 × 10170. Dall’antico gioco sino-giapponese gli autori attingono la metafora della costruzione di un paesaggio o di un giardino, ma anche del libro stesso. Posano a turno ora le loro esperienze, ora le riflessioni, ora i riferimenti letterari alla tradizione orientale, così come sul goban, il tavolo da gioco, si dispongono le pedine, o pietre. In palio c’è la ricerca e la difesa delle libertà, ovvero del movimento e del respiro, e se di conquista in qualche modo si può parlare, essa riguarda i doni dello spirito che il giardino, giapponese e non, cela e protegge nella sua arte. Il libro è dunque un sintetico percorso verso le sorgenti, verso le “Vie”, laddove anche i giardini smettono ogni appellativo geografico o formale per divenire espressione dell’invisibile.

Beatrice Testini, Francesco Fonte Basso, Le quattro libertà di un giardino
Maestri di Giardino Editori, Vezza d’Alba 2016
Formato 14,8 x 14,8 cm., b/n + copertina a colori, pagine 80 – euro 10,00
Codice ISBN: 978-88-98150-28-1
Prefazione di Lorenzo Casadei, postfazione di Elena Macellari
Calligrafie e sumi-e di Beatrice Testini
Prima edizione: febbraio 2016
Collana 21/34 diretta da Daniele Mongera

 

One thought on “21: Le quattro libertà di un giardino, di Beatrice Testini e Francesco Fonte Basso

  1. Pingback: Incontri a Levico «

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...