Assemblea il 22 giugno 2016

image

Comunicazione per tutti i soci,

come anticipato all’assemblea di Ameno viene convocata la nuova assemblea in data 22 giugno 2016.
L’assemblea si svolgerà presso la Confraternita di San Bernardino a Vezza d’Alba (Cn), in prima convocazione alle ore 10 e in seconda convocazione alle ore 14.

All’ordine del giorno, il rinnovo delle cariche sociali e le decisioni relative al futuro della casa editrice e dell’attività generale.

Aspettando Gorizia

In questi giorni preparando il materiale per il Campus di Gorizia spesso siamo in rete e ciò che andiamo scoprendo è una vera delizia per gli occhi e la mente. In attesa del nostro appuntamento voglio condividere alcuni video.

Il primo è un promo di un documentario in produzione per la Checkerboard Film Foundation sul lavoro di Piet Oudolf Piet Oudolf: Fall, Winter, Spring, Summer, Fall
La fondazione è no profit. L’uscita di questo lavoro è prevista per l’autunno 2015. E’ ancora possibile contribuire alla sua riuscita con un piccolo contributo via Paypal.

Il secondo video che vi propongo è una finestra sul lavoro di Piet Oudolf direttamente dal suo studio ad Hummelo.

Ecco poi un poetico corto realizzarto dal duo Ruth Parker & Sarah Price.  E’ un ritratto  attraverso le stagioni del giardino di Henk Gerritsen e Anton Schlepers. E’ stato commissionato dal Garden Museum come parte di un evento sul giardinaggio olandese.

Infine un documento sul giardino di Potsdam-Bornim e la figura di Karl Foerster

Ci vediamo a Gorizia 🙂

Spunta il seme. Dal fiore alla terra, dalla nascita alla germinazione

giovedì 21 maggio 2015, dalle ore 10
Orto Botanico di Firenze
Via Pier Antonio Micheli, 3

Ore 10 (Ostensio aula didattica): Presentazione del programma.
Paolo Luzzi, Responsabile Botanico dell’Orto, e Marina Clauser, Curatrice;
Chiara di Battista e Carla Giusti, A.di.P.A Firenze;
Elisa Tomat e Valerio Gallerati, Maestri di Giardino.

Ore 10.15: Passeggiata con dimostrazione di raccolta dei semi.

Ore 11.15 (serre fredde): Laboratorio di semina, trasformazione e conservazione.
Vendita di piantine e semi preparati dai soci A.Di.P.A (offerta libera: il ricavato sarà devoluto a sostegno dell’Orto Botanico di Firenze).
Esposizione di acquerelli botanici di Simonetta Occhipinti tratti dalla collezione di agrumi antichi dell’Orto Botanico di Firenze.

Ore 12.15 (Ostensio aula didattica): Semi d’erba, semi d’albero.
Conversazione con Elisa Tomat, autrice di Nativa dei prati (2015) e Valerio Gallerati, autore de Il raccoglitore di semi (2013).

Ore 13.30 (giardino o serre fredde): Merenda all’Orto.
Piccolo ristoro a cura dei soci A.Di.P.A.

Per informazioni: adipafirenze@gmail.com, info@maestridigiardino.com, tel. 347 3217044

È gradita una conferma di partecipazione. (In caso di pioggia è previsto lo svolgimento delle attività al coperto.)

Screenshot 2015-05-05 06.57.34

SPONTANEI COLTIVI Tre conversazioni e un ossimoro tra libri e giardini

Il 20 e 27 maggio e il 3 giugno, ore 18.30 alla Libreria Todo Modo, Firenze, sette autori di Maestri di Giardino saranno alle prese con la sempre più sottile linea di confine fra il naturale e il coltivato, fra lo spontaneo e il giardino. Tre serate per scoprire come questa esperienza ispiri e illumini la scrittura.

Mercoledì 20 maggio, ore 18.30
conversazione con VALERIO GALLERATI, autore de Il raccoglitore di semi, cercatore di semi e vivaista di piante spontanee e forestali (VitaVerde) ed ELISA TOMAT, autrice di Nativa dei prati, studiosa dell’ecologia dei prati.
Interviene FRANCESCA BRETZEL, ricercatrice del CNR.

Mercoledì 27 maggio, ore 18.30
conversazione con DIDIER BERRUYER, autore de Il mal di fiori, giardiniere e vivaista di erbacee perenni in provincia di Lucca (Il Giardino vivace) e GIANCARLO MARCONI, autore di Nei giardini di nessuno, ricercatore scientifico e naturalista.
Interviene RITA PAOLI, vivaista fiorentina (Pollici Rosa) e autrice di Ballando sui tavoli.

Mercoledì 3 giugno, ore 18.30
conversazione con MARIA LAURA BERETTA, autrice di Specimens, animatrice di Rosanova, rivista di arte e storia del giardino, e ANTONIO PERAZZI, autore di Foraverde, paesaggista e scrittore.

Chelsea Fringe Firenze
http://www.chelseafringe.com/events/category/uk/florence/
https://www.facebook.com/pages/Chelsea-Fringe-Firenze/367819273405932

Screenshot 2015-05-02 06.44.53

9° Campus: ITALIA-INGHILTERRA prima parte (Carmagnola, TO, 26–28 giugno 2015)


Simbolo ammirato e reinterpretato ormai da generazioni, principale lascito del giardino anglosassone insieme all’impianto paesaggistico o informale: è il mixed border. Le sue regole di composizione e il linguaggio botanico saranno protagoniste di

Italia – Inghilterra (prima parte), 9° Campus Nazionale

(Carmagnola, 26-­28 giugno 2015),

prima di affrontarne (a Gorizia, dal 23 al 25 ottobre 2015) l’attuale evoluzione, il contributo dei paesaggisti internazionali, l’introduzione delle graminacee.

Agli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori (CNAPPC) saranno riconosciuti 15 crediti formativi permanenti.

Italia – Inghilterra prima parte avrà per scenario i dolci rilievi del Pianalto Torinese, fra le strutture del Golf Club “I Girasoli” e del Vivaio delle Commande. Atmosfere britanniche che ospiteranno conferenze e laboratori pratici, e dove ci sarà spazio per qualche momento di divertimento, come l’estate suggerisce.


Programma


VENERDÌ 26 GIUGNO

Ore 8.30 – 10: (Revello) visita al Bramafam, giardino di Paolo Pejrone

Ore 10.30 – 12: (Saluzzo) visita a Villa Bricherasio, giardino di Domenico Montevecchi

Pomeriggio (Golf Club “I Girasoli”, Carmagnola)

Ore 14 – 15.30: Assemblea sociale di Maestri di Giardino

Ore 16 – 18: Visita ai campi da golf e lezione di putting green

Ore 18.30: Presentazione del libro Le mie peonie di Giovanni Buffa

Ore 19: Merenda sinoira e registrazione dei partecipanti

Ore 20 – 22: Conferenza d’apertura di Filippo Alossa, Didier Berruyer, Maurizio Usai

L’Inghilterra in Italia: il bordo misto e i giardinieri


SABATO 27 GIUGNO

Mattino (Golf Club “I Girasoli”, Carmagnola)

Ore 8.30: Caffè di benvenuto e registrazione dei partecipanti

Ore 9 – 11: Conferenza di Maurizio Usai

Nascita ed evoluzione del mixed border inglese

Ore 11.30 – 12.30: Conferenza di Maurizio Zarpellon

In tutti i sensi: colore, gusto, profumo

Ore 12.30: Pranzo a buffet presso l’agriturismo La Margherita

Ore 14 – 16: Laboratorio di progettazione (parte I)

Ore 16.30 – 17.30: Conferenza di Valentina Povero

Dieci perenni classiche alla ribalta

Ore 17.30 – 18.30: Conferenza di Massimo Villa

Sostegni e intrecci: le strutture nascoste

Ore 18.30 – 19.30: Conferenza di Maurizio Feletig

Rose, arbusti e sarmenti: le strutture viventi

Ore 19.30: Chiusura della prima sessione

Ore 19.30: Gardeners play football

Ore 21.00: Cena presso l’Agriturismo La Margherita (opzionale).


DOMENICA 28 GIUGNO

Mattino (Vivai delle Commande, Carmagnola)

Ore 8.30: Caffè di benvenuto e registrazione dei partecipanti

Ore 9 – 10.30: Laboratorio di progettazione (parte II)

Ore 11 – 12.30: Conferenza di Didier Berruyer e Maurizio Usai

I segreti della manutenzione

Ore 12.30: Pranzo a buffet presso il Vivaio delle Commande

Ore 14 – 15: Conferenza di Carlo Salvi

Cinesi, francesi, americane: peonie da tutto il mondo

Ore 15 – 18: Laboratorio di realizzazione di un bordo misto

Ore 18: Chiusura del Campus


Per informazioni, costi e modalità di partecipazione:

tel. 3292515637 campus@maestridigiardino.com.

Termine per le iscrizioni: 15 giugno.

8° Campus: BELLO D’INVERNO (Santa Marizza di Varmo Ud, 6–8 febbraio 2015)

Presentazione

 

Dicembre 2001. La terra è dura, i miei passi scricchiolano sul suolo, cammino piano, verso il meraviglioso. Ogni mattina, da tanti giorni, i colori caldi dell’autunno lasciano posto ad una bianca parure leggera e delicata. All’improvviso i minimi filamenti rivelano la loro incantevole fragilità, le graminacee si sono trasformate in una foresta pietrificata. Fa freddo, il vento ci spossa, la terra ha sete. Il giardino chiede una cosa sola: d’essere guardato. (dal Catalogo del Giardino Vivace, 2001)

“L’inverno, una stagiona morta”. Abbandoniamo questo luogo comune per imparare a guardare una vita diversa e un estetismo essenziale. La natura in un apparente riposo si fa vedere nella sua sostanza: nuda, mette in valore tutta la sua forza. In un giardino le grandi linee architettoniche catturano tutte le attenzioni e impostano la loro potenza. La struttura, l’ossatura si vede e si apprezza. Alcuni fiori audaci osano rompere quest’equilibrio e si fanno osservare con ammirazione e rispetto. Incuriositi e affamati, diversi animali si avvicinano a strusciare e rosicchiare cortecce: un mondo da cogliere e da fotografare avidamente.

È questo viaggio che Bello d’inverno vuole fare con voi. L’8° Campus Nazionale di Maestri di Giardino ha per cornice due poetici giardini: quelli di Ruggero Bosco a Santa Marizza di Varmo e di Mirella Presot Collavini a Rivignano. Siamo in provincia di Udine, in Friuli Venezia Giulia, terra di confine e di scambio, dove la forza e la rudezza della natura si mischiano a fiabe e misteri.

8°_campus cartolina_stampa_nocrocini

Programma

 

VENERDÌ 6 FEBBRAIO

Ore 14: Ritrovo alla Botanica Santa Marizza e registrazione partecipanti

Ore 14.30: Visita al giardino e al vivaio di Ruggero Bosco

Ore 16.30: Sottovetro. Visita alle serre e al giardino d’inverno di Mirella Collavini Presot

Ore 19.45: Apertura dei lavori con saluto dell’Associazione Maestri di Giardino. Curatore: DIDIER BERRUYER

Ore 20 – 22: Conferenza introduttiva di RUGGERO BOSCO e DIDIER BERRUYER

SABATO 7 FEBBRAIO

Ore 9 – 10: Conferenza di GUIDO GIUBBINI

• Struttura e scenografia: il ruolo dei sempreverdi

Ore 10 – 11: Conferenza di SUSANNA TAVALLINI

• Fondi verdi, tinte pastello: i miei ellebori

Ore 11.30 – 12.30: Conferenza di MATTEO LA CIVITA

Ore 14.30 – 16: Laboratorio di preparazione e concimazione del terreno e di piantagione

Ore 16.30 – 17.30: Conversazione con FERRUCCIO CARASSALE

• Il gelo e l’arte della fotografia in giardino

Ore 18.30: Letture dai libri di Maestri di Giardino

DOMENICA 8 FEBBRAIO

Ore 7.00: Laboratorio di fotografia con FERRUCCIO CARASSALE

Ore 9 – 10: Conferenza di GIANPIERO GAUNA

Ore 10 – 11: Conferenza di DIDIER BERRUYER

• La grafica del riposo: cortecce, rami e foglie

Ore 11.30 – 12.30: Conferenza di MATTEO LA CIVITA

• Venire a patti col freddo: cura e gestione di un giardino invernale.

Ore 14.30 – 16: Laboratorio di potatura e arte topiaria

Ore 16.30 – 18: Laboratorio di composizione floreale sul tema del passaggio


Per informazioni: tel. 3292515637 campus@maestridigiardino.com

Come piantare i bulbi

aboutgarden

Prima che l’arrivo del gelo formi una dura crosta sul terreno,
siete ancora in tempo per mettere a dimora i bulbi a fioritura primaverile.

foraterra vintage

mettere a dimora i bulbi

Quale profondità

Se i bulbi sono di grande dimensione e pochi di numero, aiutati dall’apposito attrezzo potete preparare per ognuno una buca profonda il triplo della loro altezza e se dotati di apparato verde alto e fiore pesante dovrete metterli più in profondità.

Matteo la Civita per Maestri di Giardino

Se i bulbi sono piccoli e in genere se ne acquistano generose quantità, conviene lavorare per bene la porzione di terreno che li accoglierà e con l’aiuto di una paletta potrete piantarli come descritto nel filmato.

I bulbi che crescono in zone calde e aride o secche preferiscono posizioni in pieno sole e terreno bel lavorato con drenaggio ottimale, quelli da sottobosco e prato umido gradisco la copertura con un po’ di materiale organico, come un buon…

View original post 302 altre parole

“segnaposto con peonie al gelo”

passeggiandoingiardino

è l’idea (tra tante) che suggerirò Venerdì 9 maggio in Via Tortona al Taste of Milano, un festival enogastronomico con uno spazio dedicato all’ARTE DEL RICEVEREpeonie_taste_06_benedetta

Mise en place e decorazioni per la tavola sono temi che amo molto e che sento miei, se così, posso dire! E cosi in qualità di floral ed esperta in materia, sarò presente per l‘Associazione Maestri di Giardino all’evento organizzato dal magazine Myself

Il mio workshop lampo, inizia alle 19.15 – una mezz’ora in tutto – e ha come protagonista il fiore più bello di stagione: la paeonia. Insieme a erbe officinalis, quali basilico, rosmarino, salvia, borago … realizzeremo graziose composizioni floreali per abbellire le nostre tavole estive.
E… quando il fiore inizia ad appassire: con i petali, infatti, si possono creare dei segnaposto ghiacciati.

Per partecipare basta prenotarsi sul sito con il codice 0414

Vi aspettiamo per offrirvi un aperitivo, ma anche per raccontarvi i segreti…

View original post 17 altre parole