Un filo di seta cinese a Firenze

MdG_filoseta03062017

Nell’ambito del Chelsea Fringe, il prossimo 3 giugno alle ore 10:30 presso la libreria Todo Modo di Firenze in via dei Fossi 15r  “Un filo di seta cinese nel verde dei giardini” .

Diana Pace e Didier Berruyer intrecceranno un sottile e prezioso filo fra tre libri editi da Maestri di Giardino:

Le quattro libertà di un giardino, di Beatrice Testini e Francesco Fonte Basso

Le mie peonie, di Giovanni Buffa

Mal di fiori, di Didier Berruyer

Il filo parte dall’estetica cinese, e giapponese, che collega in modo intuitivo i concetti spaziali di interno ed esterno, di vuoto e pieno, di energia in movimento e li applica in tutte le arti (pittura, calligrafia, poesia, giochi, arti marziali) e anche nell’arte del giardino.

Ci conduce a una delle piante regine dei giardini cinesi, la peonia, splendida nella fugacità della sua fioritura spettacolare, attesa e assaporata per tutto l’anno.

E si conclude in Europa e alla nostra epoca, a partire dall’interpretazione tutta francese delle suggestioni dell’Estremo Oriente e dall’emergente visione, inglese e poi nordeuropea, della Natura in giardino.

A cura di Maestri di Giardino, ingresso gratuito

Per maggiori informazioni

Chelsea Fringe a Firenze

 

L’immagine è un’opera dell’artista cinese Yun Shouping (1633-1690)

 

Due mosse, quattro libertà

Primi due appuntamenti con Le quattro libertà di un giardino, il saggio di Beatrice Testini e Francesco Fonte Basso che prende spunto dal gioco del Go e si addentra nell’immateriale del giardino orientale. Esordio a a Portogruaro (Ve) domenica 8 maggio alle 16.30 alla Flue Gallery, con una conversazione fra l’autrice e Daniele Mongera.

Sabato 14 maggio alle ore 17.30, il libro sarà presentato a Padova all’interno dello spazio incontri di Flor-Art. Interverranno, con gli autori, Elena Macellari autrice della postfazione, e Daniele Mongera.