Un libro e il suo giardino

Venerdì 10 giugno alle ore 18.30 Gabriella Lizza presenterà il suo libro Sulle tracce di Vita (e il giardino che lo ha ispirato) alla libreria Todo Modo di Firenze.

L’evento è parte del Chelsea Fringe Firenze, il festival dei giardini, delle piante e del paesaggio che si svolgerà a Firenze – e in contemporanea in tante altre città del mondo – dal 21 maggio al 12 giugno 2016.

Sulle tracce di Vita, a Masino

Un classico del suo genere – il racconto di un giardino creato seguendo l’ispirazione di Vita Sackville-West – per il più classico degli appuntamenti, la Tre giorni per il giardino di Masino, giunta alla XXV edizione.

La presentazione di Sulle tracce di Vita di Gabriella Lizza è in programma alle 16.30 di sabaro 30 aprile, come sempre sotto al tendone incontri. Dialogherà con l’autrice Alessandra Vindrola, giornalista di Repubblica e “collega” di Gabriella in Compagnia del Giardinaggio.

Primavera a Milano e a Rimini

Maestri di Giardino Editori parteciperà all’edizione 2016 di Bellissima, fiera dell’editoria indipendente in programma dal 18 al 20 marzo al Palazzo del Ghiaccio di Milano, in via Piranesi 10.

Nello stesso weekend saremo al Parco Federico Fellini di Rimini, dove da quest’anno si è spostata Giardini d’Autore. Alle 10.30 di sabato 20 è in programma la presentazione del libro di Gabriella Lizza, Sulle tracce di Vita. Insieme all’autrice ne parlerà Lidia Monti.

20: Sulle tracce di Vita, di Gabriella Lizza

Protagonista assoluto: il giardino. Sull’onda della grande tradizione letteraria di genere, Gabriella Lizza ripercorre i suoi ultimi trent’anni e la trasformazione di un terreno agricolo sulle colline umbre in uno dei giardini privati italiani più apprezzati, con centinaia di rose e altrettante varietà di cespugli ed erbe. Tutto ha inizio con un libro, Del giardino di Vita Sackville-West, che introduce l’autrice in questo mondo dall’ingresso principale, quello dell’osservazione, del gusto e, di conseguenza, dello stile. Un imprinting che resta in filigrana − mai pedissequo, mai ostentato − al riparo da una qualsiasi forma di imitazione, che ha nella ricerca dell’espressione autentica il suo compimento. Tracce dunque, non orme, non passi. Un’esperienza individuale ma non isolata, che oltre a descrivere la creazione del giardino di Todi, accenna alla nascita di una “società dei giardinieri”, e quindi di una cultura diffusa inedita in Italia − entrambe sottolineate da Maurizio Usai nella prefazione − che trovano nelle piattaforme del web e nel proliferare delle mostre mercato i loro punti di ritrovo.

Gabriella Lizza, Sulle tracce di Vita
Maestri di Giardino Editori, Vezza d’Alba 2015
Formato 10,5 x 14,8 cm., b/n + copertina a colori,
pagine 162 – euro 10,00
Codice ISBN: 978-88-98150-26-7
Prefazione di Maurizio Usai
Disegni di Gerardo Lizza
Immagine di copertina: Nevio Canton
Prima edizione: Vezza d’Alba, dicembre 2015
Collana Scrivere Verde diretta da Daniele Mongera