Agenda di primavera


Il calendario (in evoluzione) dei principali appuntamenti di Maestri di Giardino


ESTE IN FIORE – Giardini del Castello, Spazio Rubriche/Casa delle Sofore a Este (Pd)
Sabato 18 aprile ore 17.30
Di peonie… e altri fiori: conversazione con Giusi Vallarino Gancia su Le mie peonie (2015), il libro scritto dal marito Giovanni Buffa, titolare con lei del Vivaio G&G Buffa. Conduce Didier Berruyer, paesaggista titolare de Il Giardino Vivace, autore del libro Il mal di fiori (2013) e vicepresidente dell’Associazione Maestri di Giardino.

FLORART – Giardini dell’Arena a Padova
Domenica 26 aprile ore 10.30
Presentazione di Nativa dei prati di Elisa Tomat (prefazione di Pia Pera, 2015). A seguire, l’anteprima di Sei tu il giardino di Mariangela Bonavero (2015) a cura di Daniele Mongera. Conduce Elena Macellari.

TRE GIORNI PER IL GIARDINO – Masino (To)
Venerdì 1° maggio ore 15.30
Presentazione di Le mie peonie di Giovanni Buffa (2015). Dialoga con l’autore Caterina Gromis di Trana.
Sabato 2 maggio ore 12.30
Presentazione di Nativa dei prati di Elisa Tomat (2015) e de Le vie dei campi di Anna Kauber (2014). Intervengono con le autrici, Massimo Angelini e Daniele Mongera.

FRUTTI ANTICHI PRIMAVERA – Castello di Paderna (Pc)
Maria Laura Beretta presenta il libro di Giancarlo Marconi Nei giardini di nessuno (2014)

ACCADEMIA DEI GEORGOFILI – Firenze
Martedì 19 maggio ore 16.30
Rita Paoli presenta Ballando sui tavoli (2013)

LIBRERIA TODOMODO – Firenze (nell’ambito di Chelsea Fringe Firenze)

SPONTANEI COLTIVI: tre conversazioni e un ossimoro tra libri e giardini

Mercoledì 20 maggio, ore 19
conversazione con Valerio Gallerati, autore de Il raccoglitore di semi, ed Elisa Tomat, autrice di Nativa dei prati. Interviene Francesca Bretzel, ricercatrice dell’Università di Pisa.

Mercoledì 27 maggio, ore 19
conversazione con Didier Berruyer, autore de Il mal di fiori, e Giancarlo Marconi, autore di Nei giardini di nessuno. Interviene Rita Paoli, autrice di Ballando sui tavoli.

Mercoledì 3 giugno, ore 19
conversazione con Maria Laura Beretta, autrice di Specimens, e Antonio Perazzi, autore di Foraverde.

ORTO BOTANICO DI FIRENZE – (nell’ambito di Chelsea Fringe Firenze)
Giovedì 21 maggio ore 10-14
Spunta il seme. In occasione della riapertura dell’Orto, Maestri di Giardino e Adipa Firenze organizzano un incontro dedicato alla formazione e alla raccolta dei semi: ore 10, passeggiata nell’Orto con i curatori; ore 11, laboratorio di cernita e conservazione dei semi; ore 12, Semi di fiore e semi di alberi: conversazione con Elisa Tomat, autrice di Nativa dei prati, e con Valerio Gallerati, autore de Il raccoglitore di semi (2013). Conclude l’incontro un aperitivo.

CIRCOLO DEI LETTORI – Torino
Venerdì 22 maggio ore 18.30
Presentazione di Le mie peonie di Giovanni Buffa (2015). Dialoga con l’autore Caterina Gromis di Trana.

MENTA E ROSMARINO – Miasino (No)
Martedì 2 giugno ore 11
Presentazione delle collane editoriali a cura di Daniele Mongera

FIORISSIMAOvada (Al)
Domenica 7 giugno ore 11
Presentazione delle collane editoriali a cura di Daniele Mongera

ITALIA-INGHILTERRA – Carmagnola (To)
Venerdì 26-Domenica 28 giugno
9° Campus Nazionale di Maestri di Giardino dedicato a erbacce perenni, struttura e classicità del mixed border.

Green.Ink: libri in vivaio (a Bologna)

Cop_SemiComincia mercoledì 26 novembre (orario 18.30-20) – con Il raccoglitore di semiGreen.Ink, una serie di presentazioni dei nostri libri presso Senape Vivaio Urbano a Bologna.

Il primo appuntamento sarà una conversazione fra autori: con il “raccoglitore” Valerio Gallerati ci sarà infatti Paolo Tasini che per Maestri di Giardino ha pubblicato Come un giardiniere (2012).

Per contatti: Via Santa Croce, 10/ABC 40122 Bologna

Tel./Fax: 051 8494530 | GPS 44.496267,11.329097 | info@senapevivaiourbano.com |

Il tocco del Mignolo

???????????????????????????????Al posto delle solite cartelline, le socie de Il Mignolo Verde di Cesena hanno preparato borse di canapa dipinte a mano, al cui interno una piacevole sorpresa attende i partecipanti di “Da fiore e da frutto”, il 6° Campus di Maestri di Giardino in programma dal 24 al 26 ottobre ad Artexplora.
Curati dal Mignolo, partner di questa iniziativa, anche i tre laboratori della domenica pomeriggio: “Casette utili per insetti utilissimi” con Walther Bazzocchi; “Classici di stagione: marmellata e altre imprese gastronomiche” con Gabriella Assirelli ed Eugenia Biguzzi; “Ritratti di paesaggio all’Arcimboldo” con Lucietta Godi e Claudio Cavalli, i padroni di casa.

Ma domenica è soprattutto la giornata della piantumazione, tempo permettendo, del modulo base di frutteto concepito secondo i criteri del forest gardening: alberi da frutto uniti a cespugli ed erbacee perenni accumulatrici e azotofissatrici. Il punto prescelto per l’impianto, a ridosso dell’orto e del pozzo, gode si uno splendido affaccio sulle colline.

schema fruttetoI progenitori di tre specie – il melograno, il melo e il mandorlo – e i loro luoghi di origine costituiranno la partenza dell’excursus “paleobotanico” proposto sabato mattina da Giancarlo Marconi, autore dell’ultimo libro di Maestri di Giardino: Nei giardini di nessuno. Un discorso che sarà proseguito idealmente da Valerio Gallerati, il quale presenterà una selezione di specie spontanee a valenza multipla: frutticola, paesaggistica e naturalistica.
A Franco Veimaro il compito di chiudere la mattinata, dopo il coffee break (un altro “tocco del Mignolo”) parlando di more, lamponi e altri frutti minori, di vecchie e nuove cultivar.

Dopo il buffet, mani ai frutti, ai setacci e al terriccio per il laboratorio di estrazione e stratificazione dei semi condotto da Marco Natalini. Protagonista il Sorbus torminalis, o ciavardello, essenza “di stagione” scelta proprio per quella “valenza multipla” di cui sopra.

sorbus torminalisA cavallo della merenda i due appuntamenti conclusivi: una video-conferenza con Meo Gottero per parlare di vecchie mele, albicocchi e kaki particolari e l’approfondimento di Didier Berruyer sulle “piante che aiutano le piante”, lezione di chiusura con la quale verranno ripresi i temi introdotti venerdì sera da Paolo Tasini, intorno ai quali tutto il Campus è orchestrato.

Prima di cena, la presentazione de Le vie di campi di Anna Kauber. Con lei due protagonisti del libro e altrettante visioni della natura e dei suoi frutti: quello di Elena Siffredi, che da sette anni vive raccogliendo quello che i boschi dell’Appennino parmense le offrono, e quella di Alessandro Adorni, che negli stessi luoghi sta sperimentando il suo bosco-frutteto di matrice antroposofica.

Nel ruolo di moderatore, un inedito Mario Mariani.

Nel pre-Campus, oltre alla consueta passeggiata botanica sulle colline di Artexplora guidata da Walther Bazzocchi e accompagnata dai maestri presenti, una speciale visita alla Biblioteca Malatestiana di Cesena dove, alla sola luce naturale, si potrà prendere visione della Pomona di Gallesio e, tra gli altri numerosi rari testi botanici, l’Hortus Eystettensis, il grande erbario di Basilius Besler.

Le vie dei campi, opera finalista al premio Parole di Terra

Cope_Le vie dei campiLe vie dei campi di Anna Kauber è fra le opere di saggistica finaliste della prima edizione del premio “Parole di Terra”. Promosso da Pentàgora edizioni, il premio letterario mira a far conoscere e mettere in luce le pubblicazioni e i lavori inediti più meritevoli legati ai temi al mondo rurale e, in particolare, alla cultura contadina.

Uscito alla fine di agosto 2014 nella collana 21/34 di Maestri di Giardino Editori, il libro è introdotto dall’ecologo indiano Debal Deb, fra i principali collaboratori di Vandana Shiva, e raccoglie gli incontri dell’autrice con i luoghi – concentrati nell’Appennino parmense – e i personaggi della nuova agricoltura, indagando le relazioni fra l’esperienza personale dei protagonisti e il rapporto fra la loro attività, il paesaggio e la cultura del cibo. Storie raccontate – e un po’ cantate – con sguardo trasversale, senza tecnicismi accademici, seguendo percorsi invisibili, come nella famosa opera di Chatwin cui Le vie dei campi si ispira nel titolo.

Tra le opere selezionate dalla giuria del premio anche un’altra pubblicazione di Maestri di Giardino: Il raccoglitore di semi di Valerio Gallerati.

La giornata di premiazione del Premio Parole di Terra si svolgerà sabato 17 gennaio 2015 alle ore 16 a Ronco Scrivia (Ge), alla vigilia del “Mandillo dei Semi”, la manifestazione nazionale di scambio delle sementi autoprodotte (18 gennaio 2015, dalle 10 alle 17, stesso luogo).

26 ottobre, Le regole del bosco-giardino: programma definitivo

Le regole del bosco

Il Campus sul bosco-giardino si svolgerà nella sola giornata di sabato 26 ottobre.

Per costo e iscrizione contattare il 3292515637 o scrivere a campus@maestridigiardino.com. Saranno presenti tutti i libri dell’Associazione e in particolare Come un giardiniere di Paolo Tasini e Il raccoglitore di semi di Valerio Gallerati, animatori del Campus con Gianpiero Gauna.

Hanno aderito all’iniziativa: Compagnia del giardino e Aiapp Triveneto/Emilia Romagna.

Questo il programma definitivo:

Mattino

ore 8.30: Ritrovo presso Villa La Valverde e registrazione dei partecipanti.

ore 9.15: Apertura dei lavori con saluto di MG. da Sacco e dei rappresentanti dell’Associazione MdG.

Ore 9.30-11: Primo Modulo, conferenza introduttiva di PAOLO TASINI

• Nuove idee per nuovi boschi. Una ricognizione su un luogo in cui si sovrappongono naturalità e coltivazione, fra tradizione e le nuove tendenze del food forest e del forest gardening.

Ore 11: Coffee break.

Ore 11.15-13: Secondo modulo, laboratorio con VALERIO GALLERATI

• Leggere il bosco: passeggiata e analisi dello sviluppo della vegetazione a dieci anni dall’impianto del bosco, delle consociazioni e del riequilibrio naturale.

Ore 13.00: Pranzo presso i locali della Villa.

Pomeriggio

Ore 14-15.45: Terzo modulo, laboratorio con GIANPIERO GAUNA

• L’arte della manutenzione del bosco-giardino. La cura delle piante e di raccolta delle potature e di altro materiale per l’utilità della casa e del giardino.

Ore 16: Coffee break.

Ore 16-18: Quarto modulo, VALERIO GALLERATI, GIANPIERO GAUNA e PAOLO TASINI

Più fiori, più frutti: per bellezza e per alimento. Le piante per ricomporre e arricchire il bosco-giardino.

Sera

Ore 18: Conversazione finale e conclusione del Campus.

Logo Compagnia del giardino light AIAPP logo60.cdr

2° Campus: Le regole del bosco-giardino, Verona 26-27 ottobre 2013

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

2° Campus Nazionale

LE REGOLE DEL BOSCO-GIARDINO

Creazione, cura e aspetti ornamentali del bosco domestico

26-27 Ottobre 2013 – Villa e Tenuta La Valverde, Verona

Con l’adesione di:

Logo Compagnia del giardino light AIAPP logo60.cdramicingiardino1_logo

Presentazione

Dopo il “giardino naturale”, un altro ossimoro da indagare con un nuovo Campus dell’Associazione Maestri di Giardino: il “bosco domestico”. Piantato più di una decina d’anni fa secondo un programma di rimboschimento della Regione Veneto, quello di Maria Giulia da Sacco, paesaggista veronese, si offre ora a molteplici letture, da quella ambientale a quella ornamentale. Sulla scorta di una tendenza planetaria che risponde a espressioni quali Food Forest, Forest Garden, Edible Forest, il Campus proporrà alcune riflessioni sul ruolo dei boschi – specialmente di quelli “artificiali”, e alcune soluzioni per ricavarne valori di bellezza e utilità, ciascuna con le sue precise regole.

Paolo Tasini, teorico della selvatichezza, introdurrà il tema attraverso una ricognizione del bosco quale luogo tradizionalmente coltivato. Valerio Gallerati, riproduttore di essenze della flora legnosa italiana porterà l’attenzione su come si è evoluta la consociazione botanica creata “a tavolino” nei 1,6 ettari alle porte di Verona e riproporrà la genesi naturale di un bosco, cioè a partire dal seme. A Gianpiero Gauna il compito di riportare la personale esperienza di coltivatore “forestale” attraverso un laboratorio in cui insegnerà a curare le piante e a mantenerle secondo le specifiche necessità, mentre Antonio Perazzi condurrà le sue osservazioni sul rapporto tra uomo, natura e paesaggio, quel “richiamo della foresta” che attraversa Foraverde, il libro edito da Maestri di Giardino che sarà presentato in una serata per l’occasione aperta al pubblico. Concluderà i due giorni di lavoro un laboratorio sull’intreccio e sulla realizzazione di oggetti utili per il giardino, curato da Massimo Villa, con i materiali raccolti la mattina nel bosco.

I maestri parteciperanno spesso collettivamente ai sei moduli teorico/pratici previsti, confrontando le proprie esperienze e visioni e suggerendo operazioni di miglioramento o mitigazione dell’ambiente con piantumazioni-tipo che integrano la vegetazione esistente, specialmente quella erbacea e arbustiva.

nb: il programma, che potrà subire leggere variazioni, si svolgerà con qualsiasi tempo.

PROGRAMMA

 

SABATO 26 OTTOBRE

Ore 10-12 Primo Modulo PAOLO TASINI: Nuove idee per nuovi boschi (conferenza).

Ore 14.00-16.00 Secondo modulo VALERIO GALLERATI: Leggere il bosco (laboratorio).

Ore 16.30-18.00 Terzo modulo VALERIO GALLERATI: Dal seme alla pianta – Come inizia un bosco (conferenza).

Ore 21.00 (serata aperta al pubblico) Walden o il richiamo della foresta. ANTONIO PERAZZI presenta Foraverde, Maestri di Giardino Editori.

DOMENICA 27 OTTOBRE

Ore 08.30-10.00 Quarto modulo GIANPIERO GAUNA: L’arte della manutenzione del bosco domestico – Raccolta del materiale per l’intreccio (laboratorio).

Ore 10.30-12.30 Quinto modulo GIANPIERO GAUNA, PAOLO TASINI: Più fiori, più frutti (laboratorio di piantumazione).

Ore 15.00-17.30 Sesto modulo MASSIMO VILLA: Steccati, cancelli e altri intrecci (laboratorio).

 

Per il programma completo, costi e modalità di iscrizione (entro il 20/10/2013) contattare:

Maria Giulia da Sacco www.valverde-verona.it, Maestri di Giardino 3292515637.

Mail campus@maestridigiardino.com